AGRUMI E SALUTE - PROPRIETÀ, BENEFICI E VIRTÙ

Ne abbiamo di ogni tipo, per ogni gusto e di ogni sfumatura, dal giallo chiaro al rosso scuro;
hanno una buccia rugosa, che racchiude la scorza bianca, che a sua volta racchiude la polpa,
divisa in gustosi spicchi: sono gli agrumi, fonte infinita di benefici oltre che di gusto.
Sono costituiti per lo più d’acqua (dall’80% al 90%), acidi organici e hanno basse quantità di
zucchero, rappresentata generalmente dal fruttosio.
Quali sono gli agrumi?
Arance, mandarini, limoni, lime, pompelmi, cedri, bergamotto, chinotto sono i più conosciuti.

proprieta agrumi

Ecco brevemente e schematicamente come sono composti gli agrumi e cosa contengono:
• Acqua per l’80% circa
• Acidi organici (maggiormente il più conosciuto acido citrico)
• Alcuni minerali come calcio, potassio, magnesio, ferro
• Vitamine: C, la più abbondante, e PP (niacina), A e alcune del
gruppo B
• Fruttosio (generalmente): rappresenta un apporto tra le 30 e
le 70 calorie per 100 gr di prodotto: dettaglio utile e
importante è che questa quantità si mantiene tale anche per
succhi e spremute.

Secondo molti studi, gli agrumi apportano benefici e benessere al nostro corpo in diversissimi
ambiti:

• Il cuore: arancia, limone e pompelmo contengono naringenina, un flavonoide dalla potente
azione antiossidante, che protegge il cuore;
• Diabete: tra i presenti, il miglior nemico del diabete è l’arancia rossa, utile anche nel controllo del
peso;
• Reni: il succo di limone protegge da episodi di calcoli renali
• Malattie neurodegenerative: diversi flavonoidi presenti in arancia, limone, bergamotto e
mandarino aiutano a prevenire la morte neuronale;
• Proprietà analgesiche e anti-infiammatorie: arancia, limone, e mandarino tramite un flavonoide
che influenza la permeabilità vascolare e aumenta la resistenza dei capillari;
• Protezione contro la progressione del cancro: il mandarino contiene polimetossiflavoni che
hanno un effetto protettivo contro la progressione del cancro al colon;
• Attività antiossidante: maggiormente data da arance rosse come Tarocco, Moro e Sanguinello
che contengono la antocianine, altra classe di flavonoidi;
• Regolarità intestinale: grazie all’alto contenuto di fibre, gli agrumi aumentano il senso di sazietà
e aiutano a favorire la motilità intestinale;
• Azione diuretica e drenante: la notevole quantità d’acqua, insieme al potassio, contribuiscono a
mantenere l’equilibrio idro-salino dell’organismo, aiutano il corpo a drenare.

E la famosa vitamina C, che ruolo ha nel
nostro organismo?
La vitamina C presente negli agrumi ci aiuta a prevenire raffreddore, tosse, mal di gola e stati influenzali.

Pare anche che abbiano un ruolo di
aiuto in gengiviti, stomatiti e malattie infettive.
Previene naturalmente la carenza di vitamina C.
Non solo vitamina C
Come abbiamo ampiamente mostrato, gli agrumi
possiedono innumerevoli sostanze nutritive
importantissime e utilissime al nostro organismo.
Continuiamo dunque, stavolta con la vitamina A, presente maggiormente in mandarini e
pompelmi, preziosa per preservare al meglio la nostra vista. Inoltre le vitamine del gruppo B
aiutano a contrastare stanchezza e spossatezza.
Acido Citrico
Anch’esso molto conosciuto, ha molteplici funzioni e ci può venire in soccorso in diverse
situazioni. Ancora una volta, ha funzione antiossidante, inoltre astringente, disinfettante e di
prevenzione ai calcoli renali come precedentemente detto.
Controindicazioni?
Ce n’è una, ma piccola: meglio non abbondare per chi soffre di gastrite o reflusso gastroesofageo.
Ma attenzione, non abbondare non significa evitare del tutto, c’è comunque un certo
grado di tolleranza.
Inoltre, per persone che soffrono di diabete o iperglicemia, è meglio non eccedere nel consumo di
mandarino, che tra gli agrumi è quello più zuccherino.
In conclusione, il consiglio che ci sentiamo di dare, affinché
tutte queste proprietà possano avere il massimo beneficio
su di noi, è quello di consumare il più possibile frutta fresca
e/o appena raccolta, per favorire il mantenimento di tutte le
loro straordinarie proprietà!